Rss Feed
  1. LA PASSWORD PERFETTA

    lunedì 26 marzo 2012

    Ciao a tutti! Come va? Oggi volevo proporvi una lettura molto interessante che vi può aiutare per creare la vostra password perfetta. Dopo il testo ci sono delle domande da rispondere. Buona lettura!



    LA PASSWORD PERFETTA

    Tanta strada per scoprire che la password perfetta esiste soltanto nella nostra testa. Anni di ricerche e algoritmi non sono riusciti a fare di meglio. Abbiamo speso tempo e denaro per scoprire qualcosa che è sempre stata con noi. La password.

    Quella combinazione di numeri, lettere e simboli a prova di hacker, certo. Ma anche di fidanzate gelose, amici indiscreti e genitori ansiosi. Gli ultimi anni - soprattutto sul fronte della sicurezza informatica - sono stati preoccupanti. Un po' per la potenza dei mezzi a disposizione degli hacker. Un po' - anzi: soprattutto - per mancanza di fantasia nostra.


    Ecco, la fantasia. Bisognerebbe utilizzarla sempre ogni volta che si crea una chiave di sicurezza. Perché è il frutto di una connessione di neuroni che potremmo fare soltanto noi, dentro la nostra testa, e che non sarebbe replicabile negli altri. Insomma, una password mentale per la mail, il pc dell'ufficio, le operazioni bancarie. Una sorta di impronta digitale. Ma con un grado di sicurezza maggiore.

    Secondo il settimanale l' Economist «le password "sicure" sono difficili da ricordare. Quelle memorizzabili sono facili da individuare». E così contro un esperto - malintenzionato - d'informatica la battaglia è persa in partenza.

    L' Economist suggerisce due percorsi per creare un codice segreto un po' più solido. Il primo consiste nell'inserire come password una frase composta da parole senza un nesso logico, ma facilmente associabili a un'immagine. Per esempio la combinazione dei termini «corretto cavallo batteria graffetta».
    Queste password, chiamate «passphrases», sarebbero più difficili da individuare. Ma il problema, secondo uno studio dell'università di Cambridge citato dall' Economist , è che tante persone usano «passphrases» composte da parole che finiscono per avere comunque un collegamento.


    Ecco, a proposito di Google. Le password suggerite in questo articolo non saranno più utilizzabili tra pochi minuti perché i motori di ricerca le metabolizzano subito nei loro algoritmi e gli hacker le inseriscono nel loro database in modo fulmineo. Per trovarne una più sicura bisogna, ancora una volta, usare la fantasia. L'unica cosa che i ladri digitali non riescono ancora a rubarci.

    (adattato dall'articolo "La password perfetta" tratto da www.corriere.it)

    DOMANDE:

    -Qual è la conclusione che si estrae all'inizio dell'articolo?

    -Perché negli ultimi anni la sicurezza intorno alle password è diventata un vero problema?

    -Che soluzione propone l'articolo per creare una chiave di sicurezza?


    -Spiega con le tue parole che due modi sono suggeriti dal settimanale L'Economist per avere un codice secreto solido?

    -Perché i motori di ricerca diventano un pericolo per quanto riguarda le password?
    REAZIONI: 
    |
    |


  2. 0 COMMENTI:

    Posta un commento

    Benvenuto e grazie per commentare il post!!