Rss Feed
  1. ROBERTO SAVIANO: DUE VIDEO

    martedì 8 novembre 2011

    Ciao ragazzi! Come va?Oggi come vi avevo anticipato vi lascio due video molto interessanti che analizzano il problema della mafia attraverso il linguaggio giornalistico. In essi lo scrittore Roberto Saviano, autore di Gomorra e collaboratore al programma televisivo Vieni via con me, fa una critica al modo in cui l'informazione che riguarda il mondo camorristico viene riportata su alcuni giornali locali.






    Clicca qui per scaricare le attività

    Per finire con l'unità sulla mafia, vorrei sapere la vostra impressione. Dopo tutto quello che abbiamo visto, letto e ascoltato che idea hai della mafia? Che cosa ti ha colpito di più?

    Buona visione e alla prossima!
    REAZIONI: 
    |
    |


  2. 2 COMMENTI:

    1. Anonimo ha detto...

      Ciao, sono Cruz Parra (Avanzato 2):

      L'idea generale sulla mafia è che c`e un`organizzazione in forma piramidale dove il padrino diventa il capo supremo.

      Il termine è stato inizialmente utilizzato per indicare un grupo criminale nato in Sicilia che dopo si diffonderà per tutto il mondo.

      Le sue attività sono quasi tutte illegali (traffico internazionale di droga, le speculazioni finanziarie e immobiliari...) e fanno tutto per raggiungere i loro obiettivi, da sequestrare qualcuno fino ad ammazzarlo.

      Della mafia, quello che mi colpisce di più è il poco valore che ha la vita per loro, invece se uno è dentro questa, l`onore e il rispetto tra i membri sono fondamentali.
      Penso che tutto sia finito e che nel futuro la mafia sarà vinta anche se costerà moltissimo giacchè le cose si raggiungono fácilmente in questo modo.

    2. Anonimo ha detto...

      Ciao sono Francisca Benéitez:

      Innanzi tutto non avrei mai creduto di essere “costretta” a fare una composizione sulla Mafia, sebbenne sia, purtroppo, un elemento che fa parte d’Italia.
      Quello che mi ha colpito di più è la omertà, questo patto mai sciolto, tranne da i pentiti. Ed inoltre il fatto che i mafiosi sembrino gente come noi (I cento passi) ed alla fine ci si è abituato (I cento passi). Roberto Saviano ha svelato nei suoi libri le complesse cagioni per cui si diventa mafioso. Ritengo che non sia soltanto il desiderio di arrichirsi oppure di rendere la via del lavoro più liscia. C’entrano anche cause che riguardano desideri e sentimenti che non vengano spiegati con la ragione.
      Come fare per eliminare la Mafia? Chimerica impresa, i padrini cascono, vengono scoperti i loro reati grazie ai coraggiosi giornalisti e giudici, oppure ai pentiti; i giovani riempino sempre le righe della Mafia. E questo che è desolante e che ci toglie ogni speranza. Essere mafioso procura una grande felicità: soldi, potere, prestigio, il sentimento di appartenenza a una familia che no ti mollarà mai (anche se tu vuoi mollarla…)
      Non saprei dire come si possa lottare contra la Mafia. Tuttavia una buona maniera di screditarla con talento è girare un film così in gamba come I cento passi: non si esaltano ne le sublimi relazioni tra le mafiosi, neanche si vedono le ragnatele della Mafia a Cinisi (paese di Peppino Impastato), questo non interessa. Si vede invece come un figlio (Peppino Impastato) di un mafioso decide de dire di no ai legami della sua famiglia con la Mafia, benché questa attitudine arrechi la fine dei legami con il padre, e la morte. Il suo modo di assalirla è stato molto originale perche ha mancato di rispetto la Mafia, beffandosene. E nessuno, neanche la Mafia e invulnerabile al ridicolo, all’irreverenza.

    Posta un commento

    Benvenuto e grazie per commentare il post!!